Pensioni: Simonetti (Lega), Flop del Governo altro che boom di risultato

Roma, 1 Dicembre - “La notizia che sono state accolte dall’Inps meno di 25mila domande di accesso all’ape social e al pensionamento anticipato dei precoci, su 66.000 presentate, evidenzia la politica fallimentare del Governo Renzi-Gentiloni sulle pensioni”. Così l’onorevole Roberto Simonetti, capogruppo della Lega in Commissione Lavoro.

Per Simonetti “il risultato della somma algebrica delle misure per agevolare i lavoratori precoci, usuranti e gravosi, è che soltanto il 7% dei pensionandi potrà accedere al trattamento pensionistico a un’età dignitosa, mentre oltre il 90% sarà colpito dall’aumento dell’età pensionabile. Inoltre l’approssimazione con cui il Governo ha individuato le mansioni gravose, la differenziazione fra lavoro gravoso e usurante, dalla quale derivano diritti diversi in materia previdenziale, in aggiunta alla definizione di lavoratore precoce, ha creato una evidente disparità di trattamento e iniquità sociale.”
"L'abrogazione della legge Fornero -conclude Simonetti- e l'introduzione della quota 100 quale somma di età anagrafica e contributiva per un accesso flessibile al pensionamento sarebbe stato meglio. Questi sono solo palliativi."

 

2 per mille

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159